Per Dipreismo si intende la religione fondata dal profeta, avvocato, avvofatto, avvogatto, avvomatto, avvosasso, avvotatto Andrea Diprè.

Dalla Bibbia secondo Giuseppe Simone abbiamo qualche cenno sulla vita del Cristiprè: "Andrea Diprè, truffatore e critico d'arte italiano,decide di nascere a Tione di Trento il porco dio cane del novembre 1974."

I tre capisaldi della fattireligione sono: sesso, droga e cash.

I dieci comandamenti della cultura dipreista[modifica | modifica sorgente]

1. Obbedienza assoluta al profeta supremo del dipreismo. Che sarei io, Andrea Diprè.

2. Santificare le feste dipreiste, in particolare il Natale dipreista, che è il 9 novembre. Quindi contare gli anni a partire dal 9 novembre 1974: noi ora siamo nell'anno 41 d.D., dopo Diprè.

3. Possedere un santino dipreista.

4. Obbligo assoluto di drogarsi e di provare almeno una volta nella vita la cocaina.

5. Obbligo assoluto di usare i contanti. Ogni volta che si raggiungono i 500 euro, questi devono essere sempre cambiati con un violetto.

6. Obbligo assoluto di sborrare quando c'è l'occasione, anche a costo di masturbarsi davanti a una ragazza bella o che piace. Per le dipreiste, c'è invece l'obbligo di prestarsi a eccitare il maschio.

7. Avere rapporti sessuali con 10 soggetti diversi al mese.

8. In caso di avvistamento di un'amica figa, è d'obbligo mandare al centralino dipreista (pagina Facebook o email) la foto nuda del soggetto con allegato numero di cellulare o contatto.

9. Parlare solo di sesso e utilizzare un linguaggio pieno di riferimenti sessuali, anche in contesti burocratici e formali.

10. Scrivere parole spinte su qualsiasi documento, per mettere il sesso al centro di tutto.

I peccati capitali[modifica | modifica sorgente]

1. Partecipare alla vita sociale e politica del Paese in cui vive. Esempio: il dipreista non può votare, a meno che non scriva sulla scheda il mio nome aggiungendo una bestemmia o una parolaccia e postandone la foto al centralino dipreista.

2. Partecipare a cerimonie di altre religioni. Un dipreista che va a messa cattolica o manda il figlio al catechismo commette peccato. Anche avere in casa libri di altre religioni è peccato. L'unica deroga è che il dipreista bestemmi durante la cerimonia e mandi il video al centralino dipreista.

3. Far frequentare ai propri figli scuole di altre religioni e di fargli seguire le lezioni di religione, a meno che l'insegnante non sia dipreista. Nel caso, far saltare al figlio l'ora di religione e mandarlo in giro per night.

4. Non andare almeno quattro volte a settimane a prostitute.

5. Non assumere sostanze di droga o alcol prima di ogni missione (ufficio, scuola).

6. Lavorare: il dipreista non deve lavorare mai.

7. Dare importanza alle cose insegnate nei libri.

8. Ascoltare lo Zoo di 105 quando a condurre sono Marco Mazzoli e Alan Caligiuri.

9. Seguire Selvaggia Lucarelli e partecipare alle iniziative e ai servizi di Nadia Toffa.

10. Offendere il dipreismo e Andrea Diprè.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.